Nella giornata di Venerdì 12 maggio 2023, presso la Villa Contarini in Piazzola sul Brenta, abbiamo patrocinato e partecipato al congresso organizzato dalla Fondazione Ghirardi, in collaborazione con l’Istituto Oncologico Veneto (IOV) e PATIENT EDUCATION & EMPOWERMENT, a proposito del tumore alla mammella.

A CHE SCOPO?
L’obiettivo è stato quello di evidenziare l’importanza del recupero psico-fisico della donna sottoposta a intervento chirurgico per carcinoma della mammella.

PERCHÉ È COSÌ IMPORTANTE?
Questo congresso è stato importante soprattutto per il confronto che la medicina sportiva e riabilitativa rappresentata dalle Dott.sse Giulia Quinto ed Emanuela Saccuman hanno potuto avere con l’Istituto Oncologico Veneto (IOV), un’occasione per unire le forze e migliorare il futuro.

OLTRE L’INTERVENTO CHIRURGICO
Affrontare il tumore alla mammella non prevede solo l’intervento chirurgico come spesso si è portati a pensare: si tratta invece di un percorso multidisciplinare che mira condurre la paziente attraverso questo evento con consapevolezza del proprio corpo e della propria mente. Qui la medicina sportiva e riabilitativa fanno la differenza.

COSA CI PORTIAMO A CASA DA QUESTA ESPERIENZA?
I miglioramenti delle tecniche chirurgiche ricostruttive: minor tempo di recupero per la paziente.
La riabilitazione precoce e la ripresa funzionale dell’attività fisica: un ruolo fondamentale anche nella prevenzione oncologica.
Gli aspetti nutrizionali collegati alle terapie.
Gli aspetti della ripresa psicologica.  

Nella giornata di Venerdì 12 maggio 2023, presso la Villa Contarini in Piazzola sul Brenta, abbiamo patrocinato e partecipato al congresso organizzato dalla Fondazione Ghirardi, in collaborazione con l’Istituto Oncologico Veneto (IOV) e PATIENT EDUCATION & EMPOWERMENT, a proposito del tumore alla mammella.

A CHE SCOPO?
L’obiettivo è stato quello di evidenziare l’importanza del recupero psico-fisico della donna sottoposta a intervento chirurgico per carcinoma della mammella.

PERCHÉ È COSÌ IMPORTANTE?
Questo congresso è stato importante soprattutto per il confronto che la medicina sportiva e riabilitativa rappresentata dalle Dott.sse Giulia Quinto ed Emanuela Saccuman hanno potuto avere con l’Istituto Oncologico Veneto (IOV), un’occasione per unire le forze e migliorare il futuro.

OLTRE L’INTERVENTO CHIRURGICO
Affrontare il tumore alla mammella non prevede solo l’intervento chirurgico come spesso si è portati a pensare: si tratta invece di un percorso multidisciplinare che mira condurre la paziente attraverso questo evento con consapevolezza del proprio corpo e della propria mente. Qui la medicina sportiva e riabilitativa fanno la differenza.

COSA CI PORTIAMO A CASA DA QUESTA ESPERIENZA?
I miglioramenti delle tecniche chirurgiche ricostruttive: minor tempo di recupero per la paziente.
La riabilitazione precoce e la ripresa funzionale dell’attività fisica: un ruolo fondamentale anche nella prevenzione oncologica.
Gli aspetti nutrizionali collegati alle terapie.
Gli aspetti della ripresa psicologica.  

PROGRAMMA DELLA GIORNATA